Viaggio in treno con Fido

Dal 1° Dicembre 2008 ci sono novità circa il trasporto di animali domestici sui treni nazionali. Vediamo quali sono.Una lettrice del blog ha chiesto delucidazioni riguardo alla normativa di Trenitalia in vigore dall’anno scorso, e che riguarda tutti coloro che possiedono un cane e sono soliti spostarsi con il treno. La nostra amica ritiene che purtroppo spesso si rischia di penalizzare i padroni di cani con eccessive restrizioni. Anche il presidente dell’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) Vincenzo Donvito, si è pronunciato riguardo alla nuova disciplina in vigore, considerandola lesiva del “diritto alla mobilità” dei cittadini. Come

Dal 1° Dicembre 2008 ci sono novità circa il trasporto di animali domestici sui treni nazionali. Vediamo quali sono.Una lettrice del blog ha chiesto delucidazioni riguardo alla normativa di Trenitalia in vigore dall’anno scorso, e che riguarda tutti coloro che possiedono un cane e sono soliti spostarsi con il treno. La nostra amica ritiene che purtroppo spesso si rischia di penalizzare i padroni di cani con eccessive restrizioni. Anche il presidente dell’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) Vincenzo Donvito, si è pronunciato riguardo alla nuova disciplina in vigore, considerandola lesiva del “diritto alla mobilità” dei cittadini.

Come sempre, l’augurio è che possa prevalere il buon senso ed un minimo di tolleranza. Ecco in sintesi quello che Trenitalia ha stabilito a proposito del viaggio in treno di Fido e altri animali domestici.

I cani di piccola taglia, insieme ai gatti ed altri piccoli animali domestici, possono viaggiare gratis su qualunque treno, purchè siano tenuti nel trasportino;

I cani di qualsiasi taglia possono viaggiare sui treni Intercity, Intercity Plus ed Espresso, pagando il 50% del biglietto. Devono però occupare l’ultimo compartimento, situato nell’ultima carrozza di seconda classe. Non è possibile prenotare il posto di fronte a colui che viaggia con il cane;

Nelle cuccette e carrozze letto i cani di qualsiasi taglia sono ammessi a pagamento, mentre quelli di piccola taglia ed altri animali da compagnia sono ammessi gratuitamente, purchè rimangano nell’apposito trasportino, solo se l’intero compartimento è disponibile;

I cani pericolosi (appartenenti alle razze individuate dal Ministero della Salute) non possono salire su alcun treno;

Sui treni regionali i cani possono salire, ma con guinzaglio e museruola, pagando regolarmente il biglietto. Devono però sostare nell’ultima carrozza, e non sono ammessi nelle ore di punta (dalle 7 alle 9) durante i giorni feriali;

Per tutti i cani che viaggiano in treno è obbligatorio il certificato di iscrizione all’anagrafe canina;

Da queste norme sono esclusi i cani che fanno da guida ai non vedenti.

Per evitare disguidi, è consigliabile prenotare il biglietto presso sportelli e agenzie viaggio abilitate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.