Arrivano i fondi europei per le PMI. Finanziamenti alle aziende per oltre 50 miliardi di euro.

come accedere ai fondi europei per le imprese

Il 7PQ, Settimo Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico, per il finanziamento della ricerca in Europa 2007-2013, partirà, a tutti gli effetti, dal prossimo settembre 2009. Sono stati stanziati ben 50 miliardi di euro, in materia di occupazione, competitività, ricerca.

Ne ha parlato, lo scorso 3 marzo presso la Banca di Teramo di Credito Cooperativo S.C. l’On. le Aldo Patriciello, Deputato al Parlamento europeo, Vice Presidente della Commissione ITRE -Industria, Telecomunicazioni, Industria ed Energia, il quale ha illustrato le opportunità delle PMI italiane nell’ambito del Programma Europeo.

Nello specifico, gli obiettivi di massima del 7PQ sono i seguenti:

· Creare poli di eccellenza europei tramite la collaborazione tra laboratori;
· Avviare iniziative tecnologiche europee;
· Stimolare la creatività della ricerca fondamentale tramite la concorrenza tra équipe a livello europeo;
· Attirare in Europa i migliori ricercatori;
· Sviluppare infrastrutture di ricerca di interesse europeo;
· Intensificare il coordinamento dei programmi nazionali di ricerca.

Il programma ha una durata di sette anni (dal 2007 al 2013), ma che sarà operativo dal prossimo settembre, e una dotazione finanziaria complessiva che ammonta a 50.521 milioni di Euro, oltre a 2.751 milioni di Euro destinati alla ricerca nucleare e alle attività di formazione da svolgere nell’ambito del trattato Euratom per il periodo 2007-2011.

Le regole di partecipazione al 7PQ sono contenute nel Regolamento (CE) n. 1906/2006, che afferma:

Qualsiasi impresa, università, centro di ricerca o qualsiasi altro soggetto giuridico, stabilito in uno Stato membro, un paese associato o un paese terzo, può partecipare a un progetto in collaborazione (azione indiretta) a condizione che soddisfi le condizioni minime fissate in termini di numero di soggetti coinvolti e requisiti degli stessi (Capitolo II, Sezione 1 del Regolamento citato), ivi comprese eventuali condizioni fissate dai programmi specifici o dai programmi di lavoro individuali, come previsto all’articolo 12 del medesimo regolamento.

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito ufficiale:

http://ec.europa.eu/research/fp7/pdf/fp7-factsheets_it.pdf

Nell’ambito della Regione Abruzzo, i nostri partners, specializzati nel sostegno delle aziende per la redazione di business plan, offrono la loro consulenza per tutte le imprese abruzzesi che intendessero accedere ai finanziamenti di prossima erogazione.

Una proposta vincente parte da una buona idea che deve essere elaborata e strutturata in base a specifici criteri formali e sostanziali richiesti dalla Commissione europea. L’obiettivo dei nostri partners è quello di offrire ai potenziali partecipanti al 7PQ gli strumenti per migliorare e strutturare le loro proposte di progetto ed essere preparati e vincenti.

L’attività riguarderà specificamente:

1. Descrizione sommaria del progetto d’investimento ed illustrazione del tipo di impresa che si intende creare.
2. Presentazione dell’imprenditore e del management (esperienze pregresse e ruoli nella nuova iniziativa).
3. Indicazioni sul mercato, sulle caratteristiche della concorrenza e su fattori critici (punti di forza e punti di debolezza rispetto al mercato). Obiettivi di vendita ed organizzazione commerciale.
4. Descrizione della fattibilità tecnica del progetto d’investimento relativamente al processo produttivo, alla necessità di investimenti in impianti, alla disponibilità di manodopera e di servizi quali trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc…
5. Piano di fattibilità economico – finanziaria quadriennale con indicazione del fabbisogno finanziario complessivo (per investimenti tecnici, immateriali e per capitale circolante) e delle relative coperture.
6. Informazioni sulla redditività attesa dell’investimento e sui fattori di rischio che possono influenzarla negativamente, partendo da ipotesi realistiche e prudenziali.
7. Indicazione degli investitori coinvolti e la proposta di partecipazione richiesta alla Finanziaria.
8. Sintetica valutazione dell’impatto ambientale del progetto.
9. Piano temporale di sviluppo delle attività.

 

Per informazioni:

Studio Commercialisti Pappalepore, 67100 L’Aquila, via Marrelli  61 
Tel. +39.0862.41.48.05
fax + 39.0862.41.48.09
e-mail: amministrazione@studiopappalepore.it

Una risposta

  1. Scilla micucci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.