Circolare dell’Agenzia delle Entrate su accertamenti e verifiche fiscali.

L’Agenzia delle Entrate,  con circolare n. 20 del 16 aprile 2010, ha fornito ai propri uffici locali una serie di disposizioni volte  “alla prevenzione ed al contrasto all’evasione per il 2010”. Si segnalano i seguenti punti: Persone fisiche: maggiore applicazione degli accertamenti parziali automatizzati e degli accertamenti sintetici (cd REDDITOMETRO); Piccole imprese: maggiori controlli (circa 10mila) volti a verificare la veridicità dei dati dichiarati ai fini dell’applicazione degli studi di settore; Lavoratori autonomi: maggiori accertamenti sugli esercenti arti e professioni, mediante il potenziamento delle indagini bancarie; Medie imprese: maggiori controlli volti alla verifica dell’adeguatezza di quanto dichiarato dagli stessi nell’ultimo

L’Agenzia delle Entrate,  con circolare n. 20 del 16 aprile 2010, ha fornito ai propri uffici locali una serie di disposizioni volte  “alla prevenzione ed al contrasto all’evasione per il 2010”.

Si segnalano i seguenti punti:

  • Persone fisiche: maggiore applicazione degli accertamenti parziali automatizzati e degli accertamenti sintetici (cd REDDITOMETRO);
  • Piccole imprese: maggiori controlli (circa 10mila) volti a verificare la veridicità dei dati dichiarati ai fini dell’applicazione degli studi di settore;
  • Lavoratori autonomi: maggiori accertamenti sugli esercenti arti e professioni, mediante il potenziamento delle indagini bancarie;
  • Medie imprese: maggiori controlli volti alla verifica dell’adeguatezza di quanto dichiarato dagli stessi nell’ultimo quadriennio;
  • Enti non commerciali: maggiore concentrazione sugli enti non commerciali al fine di contrastare eventuali abusi.

Avv. Matteo Sances

info@studiolegalesances.it

www.studiolegalesances.it

Lascia un commento