Arriva Pec, posta elettronica certificata

Da oggi in poi è in vigore un nuovo sistema di certificazione che attribuisce valore legale ai messaggi di posta elettronica. La Pec (posta elettronica certificata) serve ad inviare documenti e lettere tramite mail, e contiene l’attestazione della data di invio e di ricezione proprio come una raccomandata effettuata presso l’ufficio postale. A patto, però, che il messaggio sia spedito ad un altro indirizzo di posta elettronica certificata.

Per aprire una casella di posta elettronica certificata, è necessario rivolgersi ad un gestore che sia autorizzato dal Cnipa, in modo che sia rispettato il  livello minimo di garanzia e sicurezza stabilito dalla legge. Ovviamente si dovrà utilizzare la Pec soltanto per l’invio di documenti ufficiali e di una certa importanza, per il resto si può continuare ad usare quella di sempre.

La gestione di una Pec richiede un po’ di attenzione, perché ogni invio o ricezione genera un’e-mail. La Pec fornisce due “ricevute” al mittente, cioè due attestazioni elettroniche: una all’invio e l’altra quando il messaggio giunge al destinatario. I messaggi inviati tramite Pec sono garantiti da qualsiasi manomissione, il rischio di perdita è quasi nullo.

Tra gli obiettivi della Pec vi è quello di rendere più snella la burocrazia, evitando lunghe ed inutili code agli uffici postali. La casella Pec può essere consultata ovunque, da un pc qualsiasi.

E poi economicamente è vantaggiosa: si paga soltanto un canone di abbonamento al gestore che fornisce la casella. Sul sito si può consultare l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni, nel quale ci sono i recapiti di posta elettronica da utilizzare per lo scambio di documenti aventi valore legale e comunicazioni importanti.

Il ministro Brunetta ha promesso di regalare a tutti gli italiani una Pec, per far sì che ogni cittadino disponga di un domicilio legale per l’invio e la ricezione di mail con valore legale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.