Accertamento fiscale e presunzione di maggiori ricavi

rigorosa la valutazione delle prove sulla rettifica del reddito d’impresa.

In tema di accertamento delle imposte sui redditi volto alla rettifica del reddito d’impresa (cd accertamento “analitico-induttivo” ai sensi del D.P.R. n. 600 del 1973, art. 39, comma 1, lett. d), la prova dell’esistenza delle circostanze gravi, precise e concordanti sufficienti per presumere l’esistenza di ricavi superiori a quelli contabilizzati e assoggettati a imposta deve essere valutata rigorosamente non bastando la presenza di semplici indizi (Corte di Cassazione, sez. trib., ordinanza n. 575 del 15 gennaio 2010).

 Avv. Matteo Sances

www.studiolegalesances.it

Lascia un commento