Accertamenti: il redditometro è “allargato”.

Redditometro. Periodi consecutivi o non?

 

Per l’Agenzia delle Entrate l’accertamento fiscale cd “redditometro” può scattare anche qualora lo scostamento tra reddito accertato e quello dichiarato riguardi due periodi d’imposta non consecutivi (ad esempio si ritiene che l’accertamento possa scattare nel caso in cui il reddito del contribuente non risulta in “linea” nel periodo d’imposta 2006 e nel 2008).

È questa una delle risposte di maggior rilievo date dall’Agenzia nel corso di Telefisco 2010.

L’importanza di tale risposta deriva dal fatto che essa si pone in contrapposizione con la circolare n. 49/E/2007 della stessa Agenzia delle Entrate dove si sosteneva che lo scostamento deve necessariamente riguardare due periodi d’imposta consecutivi.

Per ulteriori approfondimenti e sentenze sul tema si veda www.studiolegalesances.it – sez. Pubblicazioni o sez. Documenti.

Avv. Matteo Sances

www.studiolegalesances.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.