Decreto anti-crisi: le linee guida

Obiettivo principale del Decreto, pubblicato sulla G.U. del 1/07/2009, è di fronteggiare la crisi economica, attraverso un piano preciso di sostegno alle famiglie e di stabilizzazione della finanza pubblica. Vediamone in sintesi i contenuti. Si parla già di tale provvedimento come una “manovra estiva” che dovrebbe ridare nuovo vigore all’economia un po’ assopita. Il decreto, che è in vigore, dovrà ora passare al vaglio delle Camere per essere convertito in legge. Ecco alcune delle novità in esso contenute: – Le commissioni bancarie: la data di valuta per il beneficiario di assegni circolari, bancari e bonifici non dovrà mai superare i

Obiettivo principale del Decreto, pubblicato sulla G.U. del 1/07/2009, è di fronteggiare la crisi economica, attraverso un piano preciso di sostegno alle famiglie e di stabilizzazione della finanza pubblica. Vediamone in sintesi i contenuti.

Si parla già di tale provvedimento come una “manovra estiva” che dovrebbe ridare nuovo vigore all’economia un po’ assopita. Il decreto, che è in vigore, dovrà ora passare al vaglio delle Camere per essere convertito in legge. Ecco alcune delle novità in esso contenute:

Le commissioni bancarie: la data di valuta per il beneficiario di assegni circolari, bancari e bonifici non dovrà mai superare i 3 giorni lavorativi da quella del versamento. La data della disponibilità economica per il beneficiario non dovrà mai superare i 5 giorni lavorativi successivi a quella del versamento. Queste disposizioni saranno vigenti a partire dal 1° Novembre 2009. Per i titoli di ogni tipo, invece, la data di disponibilità economica non dovrà superare mai i 4 giorni lavorativi, e questo a far data dal 1° Aprile 2010;

Potenziamento degli ammortizzatori sociali e premio di occupazione: tutti i lavoratori che ricevono un trattamento di sostegno per il reddito, durante gli anni 2009 e 2010, potranno essere impiegati dall’impresa cui appartengono in specifici progetti di riqualificazione o di formazione professionale, che possono consistere anche in attività connesse all’apprendimento. Ai lavoratori in questione dovrà essere corrisposta la differenza tra il trattamento di sostegno al reddito e la retribuzione vera e propria;

Riduzione dei costi dell’energia per famiglie ed imprese: entro 40 giorni dall’entrata in vigore di tale decreto, sarà adottato, da parte del Ministro per lo sviluppo economico, un altro decreto contenente misure vincolanti e procedure concorrenziali, in linea con le modalità stabilite dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas;

Accordi contro i “paradisi fiscali”: saranno stipulati specifici accordi tra gli Stati in materia di emersione di attività finanziarie ed economiche svolte in Paesi con regimi fiscali privilegiati. Viene anche prevista l’istituzione di un organismo speciale per contrastare l’elusione e l’evasione fiscale a livello internazionale;

Provvedimenti contro le frodi sull’invalidità civile: l’accertamento sanitario definitivo dell’invalidità civile, sordità civile, cecità civile, disabilità ed handicap verrà effettuato dall’INPS, attraverso un medico che sarà componente effettivo di ogni Commissione medica istituita presso l’ASL.

Per ogni altra informazione, consultate il testo integrale sul decreto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.