Strisce pedonali: chi attraversa al di fuori di esse rischia la multa

D’ora in poi i pedoni che attraversano la strada senza rispettare le strisce pedonali possono essere multati. Ma non solo: se sopraggiunge un incidente, la colpa è tutta loro. La Cassazione respinge il ricorso di un imprudente pedone di Massa. La Cassazione è intervenuta in maniera categorica: nei casi sopra citati i pedoni devono essere assolutamente multati. Con questa pronuncia la Suprema Corte ha convalidato la sanzione comminata dalla polizia municipale di Massa nei confronti di un pedone che, appunto, aveva attraversato la strada senza curarsi dei passaggi pedonali, che pure distavano pochi metri dal luogo in cui era avvenuto

D’ora in poi i pedoni che attraversano la strada senza rispettare le strisce pedonali possono essere multati. Ma non solo: se sopraggiunge un incidente, la colpa è tutta loro. La Cassazione respinge il ricorso di un imprudente pedone di Massa.

La Cassazione è intervenuta in maniera categorica: nei casi sopra citati i pedoni devono essere assolutamente multati. Con questa pronuncia la Suprema Corte ha convalidato la sanzione comminata dalla polizia municipale di Massa nei confronti di un pedone che, appunto, aveva attraversato la strada senza curarsi dei passaggi pedonali, che pure distavano pochi metri dal luogo in cui era avvenuto l’attraversamento.

E se l’uomo in questione fosse rimasto vittima di un incidente proprio in conseguenza di questa sua disattenzione, la colpa sarebbe stata attribuita interamente a lui. L’incauto pedone aveva effettuato il ricorso in Cassazione verso la pronuncia di primo grado del giudice di Massa, emanata nel settembre del 2004.

In sua difesa, l’uomo aveva addotto anche la mancata indicazione della norma violata all’interno del verbale. La sentenza n. 11421/2009 della Cassazione ha respinto il ricorso del pedone, dichiarando altresì che la contravvenzione è legittima. E inoltre, sempre nella stessa sentenza, si specifica che non aver indicato la norma che prevede la violazione non rende nulla la contestazione delle violazioni del Codice della strada.

In questo caso, in particolare: 1) l’interessato era stato comunque posto in grado di conoscere il fatto addebitatogli; 2) la contestazione gli ha garantito di esercitare il diritto di difesa, che è un diritto costituzionalmente assicurato a tutti. E’ importante che i pedoni ( e non solo gli automobilisti) rispettino le regole, per salvaguardare la propria incolumità e quella degli altri.

Spesso disattenzione e imprudenza possono essere causa di gravi incidenti. Impariamo quindi a rispettare le strisce pedonali, e a prestare attenzione soprattutto nelle zone in cui non sono visibili o mancano del tutto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.