Permesso di soggiorno, niente più code in Questura

C’è una novità importante per tutti i cittadini stranieri che sono in attesa del rilascio, rinnovo o duplicato del permesso di soggiorno. Il web eviterà code e disguidi presso le Questure. Dal prossimo 29 Maggio sarà possibile consultare una banca dati informativa che, dopo pochi minuti di ricerca, fornirà la risposta finale, ovvero se il documento è pronto o no. Il servizio sarà disponibile sul sito www.poliziadistato.it, ed è consultabile anche tramite cellulari. Bisogna selezionare la lingua prescelta tra quelle disponibili (francese, inglese, italiano, russo, arabo e spagnolo), inserire nello spazio apposito il codice numerico della pratica, e specificare se

C’è una novità importante per tutti i cittadini stranieri che sono in attesa del rilascio, rinnovo o duplicato del permesso di soggiorno. Il web eviterà code e disguidi presso le Questure.

Dal prossimo 29 Maggio sarà possibile consultare una banca dati informativa che, dopo pochi minuti di ricerca, fornirà la risposta finale, ovvero se il documento è pronto o no. Il servizio sarà disponibile sul sito www.poliziadistato.it, ed è consultabile anche tramite cellulari.

Bisogna selezionare la lingua prescelta tra quelle disponibili (francese, inglese, italiano, russo, arabo e spagnolo), inserire nello spazio apposito il codice numerico della pratica, e specificare se la richiesta del documento è stata inoltrata attraverso gli uffici immigrazione della Questura, o tramite assicurata di Poste Italiane.

Il sistema fornisce esattamente ed in tempo reale sia l’esito dell’istanza, sia in quale ufficio bisogna recarsi per ritirare il documento. E’ possibile, a questo scopo, consultare una mappa geografica delle regioni italiane per avere indicazioni più precise sull’eventuale luogo da raggiungere. I sistemi di prenotazione per ritirare il documento sono rimasti pressoché uguali, quindi gestiti autonomamente dalle Questure.

L’organizzazione dei servizi sull’immigrazione può quindi variare da una Questura all’altra. E’ possibile aggiungere questa banca dati alla pagina iniziale di “I google”, in modo che sia sempre disponibile, e personalizzarla a proprio piacimento. Finalmente i cittadini stranieri eviteranno le code disumane per sapere l’esito della propria richiesta di permesso di soggiorno, come succedeva tempo fa.

La tecnologia in fondo deve servire proprio a questo, ad elaborare strumenti e percorsi più facili per ottenere risultati ottimali, di cui possano avvantaggiarne i cittadini. Per qualsiasi altra informazione al riguardo, potete consultare il sito istituzionale della Polizia di Stato, sul quale troverete anche altre notizie riguardanti il rapporto tra i cittadini e le istituzioni.

4 Commenti

  1. D.ssa Cristiana Lenoci
  2. D.ssa Cristiana Lenoci
  3. Emilio
  4. Carol

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.