Immigrazione - articoli in archivio

  • Matrimonio possibile anche per gli immigrati irregolari

  • La Corte Costituzionale ha detto sì alle nozze contratte da uno straniero con un cittadino italiano, anche se non si trova in possesso di regolare documento di soggiorno. Di conseguenza, i giudici della Consulta hanno dichiarato parzialmente illegittimo l’art. 116 del codice civile, primo comma, che sancisce tale limitazione.

  • Immigrazione, la normativa vigente

  • Attualmente la legge che disciplina la materia dell’immigrazione è la c.d. legge Bossi- Fini (Legge del 30 Luglio 2002 n. 189), che ha modificato in modo alquanto restrittivo il precedente decreto legislativo n.40 del 1998, già definita “Legge Turco-Napolitano”.

  • Lavoro domestico degli stranieri in cambio di vitto e alloggio

  • La Corte di Cassazione interviene a difesa dei diritti dei lavoratori stranieri che prestano il loro servizio come domestici nelle nostre case. Nella sentenza (n. 25859/2010) i giudici di merito statuiscono che le prestazioni di tipo domestico fornite in cambio di vitto e alloggio ed una modesta retribuzione da una straniera estranea alla famiglia configurano a tutti gli effetti un rapporto di lavoro subordinato.

  • Permesso di soggiorno, test di italiano obbligatorio

  • Il recente decreto 4 giugno 2010 ha stabilito che i cittadini stranieri che intendono richiedere il permesso di soggiorno di lunga durata devono inoltrare la domanda on-line per poter effettuare il test di lingua italiana, che è divenuto obbligatorio. Il decreto contiene anche le modalità di svolgimento del test.

  • Attenuanti generiche all’immigrato che compie reato ma vive in condizioni di disagio

  • L’immigrato che commette un reato nel nostro Paese, ma che versa in condizioni disagiate, può avere diritto alle attenuanti generiche. Di recente è intervenuta la Corte di Cassazione su questo argomento, emettendo la sentenza n. 22212 del 10 giugno 2010.

  • Sottrazione internazionale di minori e normativa applicabile

  • Sulla sottrazione di minori.

  • Clandestini espulsi anche se i loro figli vanno a scuola

  • Questa sentenza emessa dai giudici della Corte di Cassazione riguardante gli stranieri clandestini nel nostro Paese ha sollevato reazioni e polemiche nel mondo politico. Secondo gli “Ermellini” i clandestini possono essere espulsi dal territorio italiano nonostante i loro figli frequentino la scuola. La sentenza di cui si parla è la n. 5856/2010.

  • Immigrati, arriva il permesso di soggiorno “a punti”

  • E’ stato firmato, nei giorni scorsi, il “patto di integrazione” fra Stato ed immigrati. Il provvedimento, messo a punto da Roberto Maroni, ministro dell’Interno, e da Maurizio Sacconi, ministro del Welfare, prevede l’ottenimento di una carta “a punti” da parte degli stranieri che proveranno con una serie di azioni di essersi integrati pienamente nel nostro Paese. Altrimenti si rischia l’espulsione.

  • Badanti e colf: una guida per la corretta regolarizzazione

  • Il decreto legge 78/2009 ha introdotto alcune importanti novità circa le procedure per regolarizzare i lavoratori comunitari, extracomunitari ed italiani, definendo i passaggi per inoltrare correttamente la domanda da parte dei datori di lavoro. La normativa andrà in vigore dal prossimo 1°  Settembre.

  • Immigrati: in caso di incidente mortale, si risarciscono i familiari che vivono all’estero

  • La Corte di Cassazione in proposito è chiara: gli immigrati non devono essere considerati cittadini di “serie B”, e se muoiono a causa di un incidente stradale va assicurato un congruo risarcimento ai familiari, anche se risiedono all’estero.

  • Pacchetto sicurezza: previsto anche il reato di immigrazione clandestina

  • Numerosi i provvedimenti riguardanti gli stranieri contenuti nel “Pacchetto sicurezza” varato dal Governo. Se ne prevede l’entrata in vigore entro la fine del mese di luglio.

  • Permesso di soggiorno, niente più code in Questura

  • C’è una novità importante per tutti i cittadini stranieri che sono in attesa del rilascio, rinnovo o duplicato del permesso di soggiorno. Il web eviterà code e disguidi presso le Questure.