Curiosità - articoli in archivio

  • Italia, risale il risparmio gestito

  • È il momento di fare un punto sulla finanza e sull’economia nell’anno che ci siamo lasciati alle spalle: secondo gli esperti, la situazione in Italia è migliorata, come testimonia la crescita della quota di risparmio gestito, ma continuano ad avanzare anche le altre forme di deposito capitale.

  • Scegliere gli studi legali

  • Poter avere un proprio avvocato di fiducia a cui rivolgersi in caso di necessità oggi è diventato sempre più difficile dato che la maggior parte delle volte in cui si va incontro a una causa legale, di qualsiasi entità, non si sa bene come comportarsi e, soprattutto, a chi chiedere aiuto. Proprio perché c’è molta diffidenza da parte degli utenti a richiedere una consulenza legale a un avvocato ignoto, è nato Studilegali.com, un portale in cui è realmente possibile venire a diretto contatto con il tipo di legale di cui è necessaria l’assistenza.

  • Vietati con ordinanza i massaggi sulla spiaggia

  • Cosa c’è di più rilassante di un bel massaggio in riva al mare? Bè, certo, l’immagine evoca tranquillità e relax, ma non bisogna dimenticare che il massaggio, per fare bene alla salute, deve essere effettuato da personale esperto e competente. Inoltre, le prestazioni sotto l’ombrellone non garantiscono le opportune garanzie igieniche.

  • Di cosa si occupa il giurista di impresa?

  • Sempre più giovani laureati in Giurisprudenza decidono di intraprendere la professione di giurista di impresa. Si tratta di un’attività molto interessante, vediamo quali sono le competenze di questo professionista.

  • Bottigliometro per accertare reddito dei ristoranti

  • Secondo i giudici della Corte di Cassazione le bottiglie di acqua minerale consumate da ristoranti e pizzerie, così come la quantità di tovaglioli, serviranno ad accertare in modo induttivo il reddito dell’attività di ristorazione. La sentenza che ha stabilito il c.d. “bottigliometro” è la n. 17408 del 23 luglio scorso.

  • Bambini rumorosi: i genitori devono pagare una multa

  • Divieto di schiamazzo per i bambini che giocano in cortile disturbando la quiete dei vicini di casa. Lo ha stabilito una recente sentenza della prima sezione penale della Corte di Cassazione (n. 23862/2010), che ha previsto una multa per i genitori che non vigilano attentamente i figli, impedendo loro di arrecare disturbo. Il reato previsto è quello punito dall’art. 659 codice penale (disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone).

  • Bamboccioni: la Cassazione stila una guida

  • I figli non vanno via di casa, neppure a trenta anni. E non solo: molti di loro trascinano i genitori in tribunale con richieste e pretese davvero assurde. A fronte delle numerose pronunce in questo senso, la Corte di Cassazione ha stilato un promemoria dedicato ai genitori, con dei consigli su come comportarsi nei confronti dei figli.

  • Alunni bocciati: non bisogna prendersela con il professore

  • E’ tempo di esami e scrutini scolastici, che impegnano studenti e professori nell’ultimo sprint finale prima delle (meritate) vacanze. Non poteva mancare, a questo proposito, una pronuncia della Corte di Cassazione. I giudici della Suprema Corte si sono trovati davanti ad un caso che è sempre più frequente nelle aule italiane, e che crea conflitti e tensioni da parte di docenti, alunni (e genitori).

  • Fumo? Il verbale di accertamento non ha valore di titolo esecutivo.

  • Il verbale per divieto di fumare non è titolo esecutivo.

  • Cane dietro alle sbarre: l’obbligo di custodia permane

  • Il padrone di un cane che si trovi dietro un recinto e provochi comunque un danno a terzi è chiamato a risponderne penalmente. Il fatto che l’animale sia in un recinto non esime il proprietario dall’obbligo di custodirlo affinché non provochi alcun danno a cose e persone. Nel caso in oggetto, il cane, pur essendo chiuso, era riuscito comunque ad aggredire una donna attraverso le sbarre. La Corte di Cassazione ha confermato la decisione dei giudici di primo grado, che era stata invece rigettata dalla Corte d’Appello.

  • Nozze tra omosessuali: la Corte Costituzionale dice no!

  • No alle nozze Gay.

  • Nozze mancate, chi recede paga i danni

  • Lei, lui, la promessa di un matrimonio e i preparativi per il giorno del “sì”. Poi, alla vigilia delle nozze, lei ci ripensa, ed il matrimonio non viene più celebrato. A favore del “marito mancato” che ha visto sfumare le nozze la Corte di Cassazione stabilisce che vengano pagati i danni a titolo di risarcimento. E questo perché la promessa di matrimonio è stata infranta senza un valido motivo. La sentenza che risolve questa vicenda è la n. 9052/2010.

  • Entra in vigore l’obbligo di mediazione nelle cause civili.

  • Entra in vigore l’obbligo di mediazione.

  • Danno patrimoniale e danno non patrimoniale. Il danno morale esiste.

  • va risarcito il danno morale ed il danno esistenziale

  • Cassazione: tempi duri per i raccomandati

  • In molti ritengono che l’Italia sia un Paese di raccomandati, e che la raccomandazione sia ormai diventato un fenomeno di costume, alla faccia della meritocrazia e di chi dedica anni e anni a studiare. Ma le cose stanno cambiando, e la sentenza n. 38617/2009 della Corte di Cassazione ne è un esempio lampante. Una raccomandazione fatta in una certo modo può essere considerata a tutti gli effetti un reato di concussione.

  • Ritocco estetico eseguito male? Si può ottenere il risarcimento

  • Sono sempre più numerose le persone che ricorrono alla chirurgia estetica per eliminare difetti piccoli e grandi del loro corpo. Proprio in conseguenza di ciò è facile imbattersi in episodi di interventi malriusciti, che provocano conseguenze visibili, come segni e cicatrici.

  • Sms indesiderati: è violenza privata

  • Se il contenuto dei messaggini inviati con il cellulare è tale da costituire una violenza morale nei confronti di chi li riceve, ora si rischia la condanna per “violenza privata”. La Cassazione è intervenuta duramente nei confronti di chi invia sms indesiderati. La sentenza in oggetto è la n. 31758/2009.

  • Assolto dalla Cassazione il preside condannato per agevolazione uso stupefacenti

  • Il sig. Dagnini è dirigente dell’Istituto superiore “Majorana” di Rho (Mi). Era stato condannato ad 1 anno e 8 mesi di reclusione per il reato di “agevolazione all’uso di sostanze stupefacenti”. La Corte di Cassazione è intervenuta ad annullare, senza rinvio, la sentenza dei giudici di merito.

  • Minorenne e senza casco sul motorino: in caso di incidente, pagano i genitori

  • E’ recentissima la sentenza della Corte di Cassazione n. 9556, che attribuisce ai genitori la responsabilità se i figli minorenni non indossano il casco alla guida del motorino. Nel caso si verifichi un sinistro, sono loro a dover pagare i danni.

  • L’email ha valore probatorio

  • L’e-mail è un documento elettronico che, dotato di firma elettronica, è a tutti gli effetti, una prova scritta. Ormai la dottrina e la giurisprudenza sono concordi nel ritenere che l’e-mail possa costituire una prova scritta, liberamente valutabile dal giudice, in base all’art.10 comma 2 del D.P.R. 445/2000. Il Tribunale di Mondovì si è pronunciato in tal senso riconoscendo un debito contenuto appunto in una e-mail (Trib. di Mondovì, decreto ingiuntivo n° 375 del 7/6/ 2004).