Pedone di corsa sulle strisce: responsabile in caso di incidente

I pedoni indisciplinati sono gli unici responsabili se accade un incidente. Se una persona attraversa le strisce pedonali correndo e si verifica un incidente, a nulla vale che si trovi appunto sulle strisce. Il suo è un comportamento colposo che può provocare un investimento da parte dei veicoli che transitano. Vediamo cosa stabilisce la Corte di Cassazione al riguardo. La sentenza della Suprema Corte n. 14064/2010, emessa dalla terza sezione civile, non lascia dubbi sull’argomento. Il pedone che si immette correndo e senza prestare la dovuta attenzione nel flusso dei veicoli che transitano alla velocità stabilita per legge, può essere

I pedoni indisciplinati sono gli unici responsabili se accade un incidente. Se una persona attraversa le strisce pedonali correndo e si verifica un incidente, a nulla vale che si trovi appunto sulle strisce. Il suo è un comportamento colposo che può provocare un investimento da parte dei veicoli che transitano. Vediamo cosa stabilisce la Corte di Cassazione al riguardo.

La sentenza della Suprema Corte n. 14064/2010, emessa dalla terza sezione civile, non lascia dubbi sull’argomento. Il pedone che si immette correndo e senza prestare la dovuta attenzione nel flusso dei veicoli che transitano alla velocità stabilita per legge, può essere lui stesso la causa di un investimento o un incidente.

Si rileva quindi un comportamento colposo che implica una responsabilità personale in caso di incidente. Il caso da cui scaturisce la sentenza dei giudici di Cassazione riguarda una signora di Milano, investita da un motociclista mentre appunto stava attraversando la strada sulle strisce pedonali. La donna ha chiesto il risarcimento danni per le lesioni che aveva riportato a causa dell’incidente, ma la Cassazione non glielo ha accordato.

La motivazione è la seguente: la donna, pur attraversando la strada avvalendosi delle strisce riservate ai pedoni, lo ha fatto in maniera così repentina ed improvvisa che l’investitore non ha fatto in tempo ad evitare l’evento dannoso. L’avvistamento della donna, infatti, era avvenuto a breve distanza, e quindi non era stato possibile attuare alcuna manovra di emergenza.

Insomma, il fatto che il pedone si trovi sulle strisce mentre si verifica l’incidente, non lo esime affatto da responsabilità. Anche i pedoni, infatti, sono tenuti a comportarsi in modo disciplinato e corretto, anticipando le mosse dei veicoli che transitano sulla strada con largo anticipo.

Le strisce pedonali, inoltre, devono essere utilizzate con accortezza e senza superficialità. Naturalmente questo vale anche per alcuni automobilisti che non utilizzano le giuste precauzioni nei riguardi dei pedoni in generale.

7 Commenti

  1. Avv. Mary Corsi
  2. Maria Teresa
  3. Avv. Mary Corsi
  4. Giulio Tegliavia
  5. D.ssa Cristiana Lenoci
  6. serena
  7. alberto

Lascia un commento