Legge Pinto e procedimenti troppo lunghi: ancora condanne per il Ministero della Giustizia

La Corte d’Appello di Trento condanna lo Stato a pagare 10.000 euro per un processo troppo lungo.

In attesa delle eventuali modifiche previste dal processo breve, continuano le condanne nei confronti dello Stato Italiano per i procedimenti eccessivamente lunghi. 

Nell’ambito di un ricorso presentato dal nostro studio, con un recentissimo decreto, la Corte d’Appello di Trento condanna all’equo indennizzo il Ministero della Giustizia.

Dovrà pagare 10.000 euro a favore di una società, per un procedimento durato 14 anni.

La Corte ribadisce che solo gli anni eccedenti la normale durata devono essere risarciti e conferma l’indennizzabilità per danno da stress, a causa delle eccessive lungaggini, in capo ai soggetti giuridici.

Infatti: “anche una persona giuridica può subire, secondo deduzioni logiche basate su elementi presuntivi, nei limiti compatibili con l’assenza di fisicità, uno stress da attesa che deve ad essa essere indennizzato”.

Di seguito il decreto:

DECRETO CORTE APPELLO TRENTO N. 95/2010 – scarica il pdf  http://legale.guidaconsumatore.com/wp-content/foto/Corte-Appello-Trento-21.pdf

2 Commenti

  1. Avv. Mary Corsi
  2. santo sacco

Lascia un commento