4YOU e MYWAY: è dovuto il risarcimento dei danni.

4you e Myway, non rileva l’esperienza finanziaria ed è dovuto il risarcimento dei danni.

 Sempre più impegnata nella lotta contro questi contratti ingannevoli e lieta per il numero delle transazioni conseguite, ad oggi, dal mio studio, mi sembra doveroso fornire  elementi aggiuntivi ai già molteplici profili di nullità, annullabilità, illiceità ed inefficacia dei contratti 4YOU e MYWAY.

Una recente sentenza del tribunale di Pavia ha chiarito alcuni aspetti in relazione all’esperienza in materia di strumenti finanziari.

Fin’ora la MPS si è sempre battuta nelle aule di Tribunale, ottenendo anche decisioni favorevoli, sul presupposto che il “cliente” non potesse eccepire la mancata trasparenza del prodotto vendutogli, in quanto chiaramente esperto in materia.

Si legge nella sentenza che <<nella presentazione del prodotto il medesimo (viene) rappresentato come “l’innovazione nella previdenza”. Tale locuzione identifica il prodotto acquistando nella percezione generale come prodotto sicuro o quantomeno a capitale garantito proprio perché destinato ad implementare un capitale futuro o ad integrare la posizione pensionistica dell’acquirente … Nulla di più chiaro nel termine previdenziale a cui resta sconosciuto qualsiasi profilo di rischiosità del prodotto… trattasi di prodotto finanziario strutturato di cui non appare certo facile individuare a priori lo sviluppo diacronico e, quindi, le modalità di andamento dello stesso nel corso del tempo a prescindere dal legame dello stesso ad una certa componente azionaria … A nulla rilevando, sul punto, l’eventuale sottoscrizione da parte del cliente di precedenti investimenti finanziari>>.

Ed ancora, in tema di risarcimento del danno, la cui domanda è stata solitamente rigettata per mancanza della prova, il Giudice pavese ha chiarito come la responsabilità della banca, per violazione delle regole di comportamento secondo correttezza e buona fede, produca il diritto al risarcimento del danno. Di seguito il testo della sentenza:

Tribunale di Pavia, sentenza n. 131/2009

20 Commenti

  1. Avv. Mary Corsi
  2. lory
  3. Avv. Mary Corsi
  4. Andrea
  5. Avv. Mary Corsi
  6. mario
  7. Avv. Mary Corsi
  8. mario
  9. Avv. Mary Corsi
  10. giorgio
  11. Avv. Mary Corsi
  12. Elia
  13. Avv. Mary Corsi
  14. raffaele
  15. Avv. Mary Corsi
  16. mao
  17. Avv. Mary Corsi
  18. HE
  19. Avv. Mary Corsi
  20. raffaele

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.