Multa e opposizione infondata

Le cose si mettono male per gli automobilisti. Prima di presentare opposizione verso una sanzione ricevuta per violazione del codice della strada conviene essere sicuri di avere ragione. Il rischio è duplice: si può perdere la causa e quindi essere condannati al pagamento delle spese legali, e in più si rischia di vedersi aumentata la sanzione da parte del giudice. Chi di noi non ha mai presentato opposizione verso una multa a nostro avviso irrogataci ingiustamente, per aver violato in qualche modo il Codice della strada? Da oggi però prima di farlo, conviene valutare bene la situazione ed essere sicuri

Le cose si mettono male per gli automobilisti. Prima di presentare opposizione verso una sanzione ricevuta per violazione del codice della strada conviene essere sicuri di avere ragione. Il rischio è duplice: si può perdere la causa e quindi essere condannati al pagamento delle spese legali, e in più si rischia di vedersi aumentata la sanzione da parte del giudice.

Chi di noi non ha mai presentato opposizione verso una multa a nostro avviso irrogataci ingiustamente, per aver violato in qualche modo il Codice della strada? Da oggi però prima di farlo, conviene valutare bene la situazione ed essere sicuri di avere ragione al 100%, senza alcun margine di dubbio alcuno. Per i poveri automobilisti c’è una cattiva notizia: le sezioni unite della Corte di Cassazione hanno emanato una sentenza (la n. 25304 del 2010) in base alla quale si stabilisce che il giudice può applicare, in caso di opposizione a verbale, una sanzione superiore rispetto a quella prevista se non ci fosse stato ricorso, sempre rimanendo nei limiti edittali e se lo ritiene necessario, in base al suo personale convincimento.

Insomma, sembra che d’ora in poi sia stato intimato dalla Suprema Corte uno “stop” ai ricorsi verso le multe che non abbiano un fondamento sicuro sul quale basarsi. Se non si è fermamente sicuri di avere ragione circa la (non) violazione di norme del codice della strada, meglio desistere. Il monito dei giudici della Corte di Cassazione è molto chiaro, e non lascia ombra di dubbio. Sicuramente di fronte al rischio di queste ulteriori spese molti automobilisti lasceranno perdere il ricorso: si sfoltiranno quindi i fascicoli degli avvocati e le cause civili inutili. Che ne pensate al riguardo? Come molte sentenze della Corte di Cassazione, anche questa lascia spunti di riflessione e discussione. Aspettiamo i vostri numerosi commenti!

2 Commenti

  1. Avv. Mary Corsi
  2. de paola teresa

Lascia un commento